CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Tags: ,

Recensione Nikon Z 50mm f/1.8 S da CameraLabs

Il Nikon Z 50mm f/1.8 S è ufficialmente in stock e in vendita. CameraLabs come di consueto ha rilasciato una recensione molto approfondita di questa lente che attualmente rappresenta l’unico 50mm del sistema Nikon Z.


Il Nikon Z 50mm f1.8S è un obiettivo standard per fotocamere mirrorless serie Z di Nikon. Una focale popolare per la street photography e l’uso generico, presenta un rapporto focale di f1.8 e si unisce al Z 24-70mm f4S come primi obiettivi della serie Z sul mercato. Gli obiettivi Z di Nikon potranno anche essere gli unici modelli attualmente disponibili con attacco Z nativo ma grazie all’adattatore FTZ Nikon gli obiettivi F-mount esistenti possono essere facilmente utilizzati sui nuovi corpi Z. Quindi il nuovo Z 50mm f1.8S affronta la concorrenza di una serie di altri obiettivi standard con attacco F, in particolare l’AF-S 50mm f1.8G di Nikon.

Dato che il Z 50mm f1.8S fa parte della linea “S” di fascia alta di Nikon, si prevede un livello molto alto. Per scoprire se merita la sigla “S” ho testato le sue qualità ottiche sul corpo Z7 contro alcuni altri obiettivi tra cui lo Zeiss 55mm f1.4 Otus che è il mio attuale obiettivo standard di riferimento.

Photo By CameraLabs

Come al solito guarderò prima i dati tecnici. Ho valutato le caratteristiche con un [+] (o [++]), quando è migliore della media o addirittura allo stato dell’arte, a [0] se è standard o solo nella media, e [-] se c’è uno svantaggio . Per questo confronto uso il Nikon AF-S 50mm f1.8G (“Nikkor F” in breve) e lo Zeiss 55mm f1.4 Otus.

  • Dimensioni (diametro x lunghezza): 76 x 87 mm. Il paraluce aggiunge 40 mm ed ha un diametro di 88 mm. La Nikkor F è 72 x 53 mm e l’otus è 92 x 117 mm + 32 mm per il paraluce. Per un confronto tra mele e mele è necessario tenere conto delle differenze di distanza della flangia tra il supporto Z (16 mm) e il supporto F (46,5 mm). Quindi questi 30,5 mm devono essere aggiunti quando si utilizza una lente Nikkor F o Otus con attacco F.[+]
  • Peso: 412 g (14,6 once) più 27 g per il paraluce. La Nikkor F pesa solo 185g (6.5 oz.), La Otus 948g (33.4 oz.) Più 64g per il paraluce in metallo. Aggiungere un altro 133g (4,7 once) per l’adattatore FTZ per utilizzarli su uno Z7. [+]
  • Ottica: 12 elementi in 9 gruppi, che è un design altrettanto complesso come quello dell’Otus. Entrambi i modelli Nikon 50mm f1.8G e f1.4G sono molto più semplici. La nuova Nikon Z 50mm f1.8S utilizza il rivestimento in fluoro sul lato anteriore per respingere l’acqua, la polvere e lo sporco, dovrebbe facilitare la pulizia e utilizza il nano-rivestimento di Nikon per ridurre i riflessi, i bagliori e le immagini fantasma. [+]
  • La distanza minima di messa a fuoco è 0.4m con un ingrandimento di 1: 6.7. Nel mio test sono riuscito a scendere a 1: 6 a 0,38 m con messa a fuoco manuale. L’ingrandimento della nuova Nikon è paragonabile agli altri obiettivi. Un ingrandimento di 1:10 viene raggiunto a 0,59 m. [0]
  • Filtro: 62mm. Il Nikkor F ha 58mm, l’Otus 77mm. [+]
  • Stabilizzazione dell’immagine: l’obiettivo non offre stabilizzazione ottica. Ma i corpi della Nikon Z offrono una stabilizzazione del sensore incorporata su 5 assi oltre a una stabilizzazione elettronica opzionale in modalità video. Anche F Nikkor e Otus non hanno stabilizzazione ottica dell’immagine incorporata, ma la stabilizzazione dell’immagine basata sul corpo di un corpo Nikon Z fornisce la correzione di rollio, beccheggio e imbardata quando viene utilizzata sull’adattatore FTZ. [0]
  • Messa a fuoco automatica: Sì con l’unità AF incorporata. L’override della messa a fuoco manuale consiste semplicemente nel ruotare la ghiera della messa a fuoco, se non è stata assegnata un’altra operazione a questo anello multifunzione. L’anello di messa a fuoco ha un ingranaggio variabile che consente una messa a fuoco manuale molto precisa quando viene ruotato lentamente. Sfortunatamente questa funzione non può essere convertita in un sistema di ingranaggi lineare, il che rende quasi impossibile la messa a fuoco uniforme dei videografi. Il focus sul Nikkor F e Otus funzionano in modo simile, con le uniche differenze che hanno un ingranaggio lineare e che l’anello di messa a fuoco fa solo questo: messa a fuoco. [+]
  • Prezzo: l’obiettivo ha un prezzo di listino di 680 EUR (incluso 19% IVA) / 600 USD. Il Nikkor F va per circa un terzo (220 EUR / 220 USD) mentre l’Otus ha un prezzo di domanda esorbitante di 3200 EUR / 4000 USD.[+]
  • Viene fornito con una custodia morbida e il paraluce è incluso e reversibile per il trasporto. È simile al Nikkor F, ma devo dire che i nuovi sacchetti per gli obiettivi Z finora sono deludenti: il materiale è fragile e la busta non ha corde per chiuderla. Quindi se metti la lente nella borsa potrebbe facilmente scivolare fuori dalla sua sacca e sbatterla senza protezione. Detto questo, lo Zeiss Otus non ha nemmeno una custodia. [0]
  • Le informazioni sulla distanza vengono inoltrate alla fotocamera, pertanto la fotocamera e i flash possono eseguire tutti gli elementi relativi all’esposizione avanzata con questo obiettivo. Lo stesso vale per la maggior parte delle alternative (incluso il Nikkor F) ad eccezione dello Zeiss Otus che non genera informazioni sulla distanza. Il nuovo Nikon Z 50mm f1.8S non ha una scala di distanza o marcatori di dof – come quasi tutte le lenti focus-by-wire per sistemi mirrorless. Mi manca? A volte. Ma puoi scattare perfettamente senza. [+]
  • Anello diaframma: è possibile assegnare l’anello di controllo multifunzione di un obiettivo S per azionare l’apertura, la compensazione dell’esposizione o la messa a fuoco. Ritorna automaticamente al controllo di messa a fuoco abituale quando l’obiettivo passa alla messa a fuoco manuale. Sebbene l’anello di controllo dell’obiettivo non abbia lo stesso vantaggio di avere un anello di messa a fuoco più un anello di apertura dedicato sull’obiettivo, ti offre una maggiore flessibilità per controllare uno dei parametri di scatto più importanti direttamente sull’obiettivo. Il Nikkor F e la maggior parte delle altre alternative non hanno un anello di controllo del diaframma. Lo Zeiss Otus ne offre uno ma è inutile in quanto lo Z7 (a differenza della D850) non consente di controllare l’apertura da lì. [+]
  • Tropicalizzazione: sì, un anello di tenuta in gomma sulla montatura dell’obiettivo più un’ulteriore impermeabilizzazione speciale per tutta la costruzione. Il Nikkor F ha solo il sigillo sulla montatura dell’obiettivo, l’Otus nemmeno quello. [+]

Il punteggio nel “reparto caratteristiche” è 0 [-] / 3 [0] / 10 [+]. Quindi l’obiettivo ha un ottimo set di funzionalità. Offre l’elegante funzionalità dell’anello di controllo multiuso ed è sigillato contro le intemperie come gli obiettivi professionali Nikon. Rispetto agli altri obiettivi Z finora pecca solo un po ‘nelle riprese ravvicinate: Il Nikon Z 35mm f1.8S raggiunge un ingrandimento di 1: 4.8 e il Z 24-70mm f4S potrebbe anche scendere di 1: 3.1.

Alternative

Il mercato degli obiettivi principali standard è piuttosto affollato, ma nessun altro produttore offre finora alcun obiettivo per il supporto Z di Nikon. Quindi per le alternative dobbiamo guardare gli obiettivi con attacco F che possono essere utilizzati montati sull’adattatore FTZ di Nikon – aggiungendo altri 31 mm di lunghezza e 133 g di peso:

  • Nikon offre l’AF-S 50mm f1.8G ED del 2011 per 220 EUR / 220 USD o il 2/3 di un arresto più veloce AF-S 50mm f1.4G del 2008 per 440 EUR / 450 USD.
  • L’SP AF 45mm f1,8 VC USD stabilizzato di Tamron del 2015 si aggira sui 430 EUR / 400 USD. L’unica lente stabilizzata delle alternative ha ottenuto un’ottima valutazione nella mia recensione su Tamron SP 45mm f1,8 VC. La sua stabilizzazione ottica era buona per 2-3 stop su un D810. I corpi della Nikon Z aggiungono una compensazione del rollio, che dall’esperienza porta via un po ‘di jitter ma non aggiunge un ulteriore stop di stabilizzazione. Il Tamron ha anche il vantaggio unico di fornire ingrandimenti fino a 1: 3,4 in riprese ravvicinate.
  • Sigma offre l’ AF 50mm f1.4 DG HSM Art del 2014 per 700 EUR / 950 USD. Nella mia recensione di Sigma 50mm f1.4 Art è altamente raccomandato. Il Sigma Art è anche un obiettivo grande e pesante sebbene non così estremo come lo Zeiss Otus. Ancora: montandolo sull’adattatore FTZ, Sigma Art ha un diametro di 85 mm, una lunghezza di 130 mm e un peso di 950 g (senza paraluce).
  • Lo Zeiss 55mm f1.4 Otus del 2015 è il mio attuale obiettivo standard di riferimento. Ma costa 3200 EUR / 4000 USD – ed è solo a fuoco manuale! Ma la sua qualità costruttiva è insuperata e le prestazioni ottiche sono di prim’ordine. Ha ottenuto un’ottima valutazione nella mia recensione su Zeiss Otus 55mm f1.4.
  • Il Samyang 50mm f1.4 AS UMC del 2015 ha la messa a fuoco manuale  e costa 430 EUR / 400 USD.

Messa a fuoco

L’accuratezza e la ripetibilità della messa a fuoco sono fondamentali per produrre in modo coerente immagini nitide soprattutto con obiettivi con diaframmi di grandi dimensioni. La ripetibilità (l’accuratezza della messa a fuoco sullo stesso soggetto dopo un’acquisizione della messa a fuoco ripetuta) di questo obiettivo è molto buona (misurata al 98,2% in Reikan FoCal) senza valori anomali su una serie di 40 scatti. C’è solo poca variazione di messa a fuoco se l’obiettivo si concentra da una distanza più ravvicinata o dall’infinito.

L’obiettivo mette a fuoco in circa 0,5 sec da infinito a 0,6 m (ingrandimento 1:10), che è piuttosto veloce. La prova non si è verificata in condizioni di prova ben illuminate. L’anello di messa a fuoco / controllo è largo 38 mm. La sua superficie non è gommata, ma poiché si muove in modo molto liscio può essere facilmente azionata con un dito, la superficie metallica finemente zigrinata è all’altezza del suo compito.

L’ AF del nuovo obiettivo è appena udibile dall’esterno. Ma se registri video con il microfono incorporato, l’unità AF produce ancora un leggero ronzio. Questo obiettivo non è chiaramente silenzioso come il Nikon Z 24-70mm f4S. Se si utilizza l’anello di controllo sull’obiettivo per cambiare l’apertura, questo funziona senza problemi e senza rumore.

Mentre si mette a fuoco, si noterà una respirazione molto leggera: l’immagine diventa meno ingrandita a distanze di messa a fuoco più ravvicinate. Quando ho regolato la messa a fuoco da infinito a 0,6 m sulla nuova Nikon, ho misurato una diminuzione dello zoom dello 0,7%. Questo dovrebbe piacere ai videografi.

Test: Aberrazione cromatica longitudinale e focus-shift

Le lenti con rapporto focale di f2,8 o superiore sono spesso soggette a aberrazioni cromatiche longitudinali (loCA, a.k.a. “colore assiale” o “bokeh CA”). Queste si presentano come colorazione magenta in primo piano e tonalità verdastre sullo sfondo e non sono facilmente correggibili in post-produzione. La nuova Nikon mostra fortunatamente pochissimo loCA da f1,8 a f2,8 che è paragonabile all’ottimo Zeiss Otus (vedi sotto).

100% crops, da sopra a sotto: f1.8, f2.0, f2.8; Sinistra = foreground, destra = background

Nitidezza e contrasto

Diamo un’occhiata alle prestazioni teoriche della nuova Nikon Z 50mm f1.8S e confrontiamole con le prestazioni del Nikon 50mm f1.8G e del Zeiss 55mm f1.4 Otus:

Sopra: MTF Nikon Z 50mm f1.8S (sinistra), Nikon 50mm f1.8G (destra) at f1.8


Sopra: MTF Nikon 50mm f1.4G (sinistra), Zeiss 55mm f1.4 Otus (destra) at f1.4

Questi grafici MTF degli obiettivi Nikon mostrano le prestazioni dell’obiettivo calcolate a tutta apertura senza influenze di diffrazione. Valori più alti sono migliori (più contrasto) e più le coppie di linee sono vicine meno è l’astigmatismo (= la risoluzione dipende dall’orientamento del modello di prova) dell’obiettivo. L’asse x visualizza la distanza dall’asse ottico (= centro del sensore) in mm. 

Mentre Nikon mostra le curve di contrasto a 10 coppie di linee / mm (in rosso) e 30 lp / mm (in blu) Zeiss mostra la curva di contrasto misurata (che include gli effetti di diffrazione) a 10, 20 e 40 lp / mm (dall’alto verso il basso), che è un po ‘insolito.

Dai dati il nuovo Nikon Z 50mm f1.8S dovrebbe avere un chiaro vantaggio rispetto al precedente Nikon 50mm f1.8G e 1.4G. Il nuovo Z Nikkor sembra addirittura buono come lo Zeiss Otus, ma ricorda che il Nikon è a f1.8 qui.


Potete trovare la recensione completa qui. Qui potete vedere altre recensioni.

Questi invece sono i prodotti presenti nell’articolo:

Tags: