Scrivi per cercare

Sony A7C vs A7III – Comparazione

Sony ha dominato il mondo delle fotocamere mirrorless full frame negli ultimi anni, ma con Canon, Nikon e Panasonic ora sul mercato, la concorrenza non è mai stata più agguerrita, soprattutto perché tutti e tre i principali rivali di Sony hanno rilasciato modelli economici. Ora Sony sta tentando di raggiungere un nuovo pubblico più giovane con il lancio della Sony A7C.

Esteriormente l’Alpha 7C assomiglia molto alla popolare serie Sony A6000 di fotocamere con sensore APS-C, e interiormente sembra condividere tutte le specifiche di base del modello full frame A7III.

Con il prezzo su strada della Sony A7 III in realtà inferiore a quello di lancio dell’A7C, perché dovresti scegliere di acquistare la seconda? Recentemente abbiamo pubblicato una recensione della A7C, ma questo articolo vuole fare chiarezza riguardo il confronto con la AIII.

Sensore

Sony A7C vs A7III top
Immagine di photographyblog

L’A7C e l’A7 III hanno esattamente lo stesso sensore di immagine. Si tratta di un sensore Exmor R retroilluminato da 24,2 megapixel che offre un’ottima qualità delle immagini e video 4K. I 24 megapixel sono diventati il punto debole per le più recenti fotocamere mirrorless entry-level e di fascia media, con un numero di megapixel molto più alto riservato ai modelli di punta premium. BSI (Backside Illuminated) è uno speciale processo di produzione che dovrebbe portare a una migliore qualità dell’immagine in situazioni di scarsa illuminazione rispetto alle fotocamere che hanno un sensore non BSI con lo stesso numero di megapixel. Non è una sorpresa vedere l’Alpha 7C utilizzare lo stesso collaudato sensore dell’A7III ed è un’ottima base per questo nuovo modello.

ISO

Non c’è niente da scegliere tra i due modelli qui, con entrambi che offrono intervalli ISO nativi di 100-51.200.

Entrambe le fotocamere possono essere ulteriormente spostate di due stop a ISO 204.800 ed entrambe possono scendere a ISO 50 se necessario.

Video

Immagine di photographyblog

Entrambe le fotocamere offrono specifiche e prestazioni di registrazione video molto simili. L’A7C e l’A7 III offrono la registrazione video 4K UHD nel formato XAVC-S, fino a 30 fps con profondità di colore 4: 2: 0 a 8 bit sulla scheda di memoria inserita o 4: 2: 2 a 8 bit su HDMI per registratori di terze parti compatibili. Supporta i profili HLG, S-Log3 e S-Log2. Nessuna registrazione 4K 60p o 10 bit su nessuna delle due fotocamere. Possono entrambi registrare in Full 1080 HD fino a 120 fps, con la modalità Slow e Quick motion dedicata che offre frame rate che vanno da 1 fps a 120 fps. Si noti che quando si scatta in 4K a 24 e 25p, la fotocamera utilizza l’intera larghezza del sensore di immagine per sovracampionare dai dati 6K, ma a 30p viene comunque applicato un leggero ritaglio.

Ma l’ A7C ha alcune nuove funzionalità che la distinguono dall’A7III. Queste includono le impostazioni di velocità AF della A7S III rilasciata di recente, nessun limite di tempo di registrazione, un nuovo colore di picco blu, la possibilità di girare video verticali, supporto per lo streaming live e doppia registrazione NTSC e PAL sulla stessa scheda di memoria.

Inoltre, il pulsante del filmato one-touch è stato spostato dalla sua posizione piuttosto scomoda sulla spalla posteriore dell’A7III al pannello superiore dell’A7C. La Sony A7C supporta anche la nuova interfaccia audio digitale (tramite MiShoe) per consentire l’utilizzo del nuovo microfono digitale ECM-B1M.

Autofocus

Sony A7C vs A7III back
Immagine di photographyblog

La nuova Alpha 7C ha esattamente lo stesso sistema di messa a fuoco automatica con rilevamento degli occhi e degli animali dell’A7 III. Ci sono 693 punti di rilevamento di fase che coprono il 93% del fotogramma, oltre a 425 punti di rilevamento del contrasto, con il sistema che funziona fino a -4 EV in condizioni di scarsa illuminazione. 

La Sony A7C ha però un miglioramento: utilizza un nuovo algoritmo di messa a fuoco che è lo stesso utilizzato dall’A7S III recentemente rilasciata, che si dice renda il già eccellente sistema di tracciamento AF ancora più affidabile. Le fotocamere mirrorless Sony sono famose per i loro incredibili sistemi AF e la nuova A7C non fa certo eccezione.

Raffica

Immagine di photographyblog

Ancora una volta i due modelli sono ugualmente abbinati quando si tratta di velocità di scatto continuo. Entrambi offrono scatti a raffica a 10 fps con tracking AF / AE completo. Tuttavia, ci sono un paio di differenze fondamentali tra di loro. In primo luogo, l’Alpha 7C ha un buffer leggermente più grande rispetto all’A7III, specialmente in Raw, essendo in grado di scattare a 10 fps per un massimo di 223 JPEG o 115 immagini RAW. In secondo luogo, la velocità più alta è disponibile con l’otturatore meccanico o con un otturatore elettronico completamente silenzioso: A7 III non può scattare in silenzio a 10 fps, il che potrebbe fare la differenza.

Corpo

Dimensioni, peso e stile sono le principali differenze tra A7C e A7 III. Mentre la A7III sembra una DSLR tradizionale con un mirino rialzato al centro, la nuova A7C si basa essenzialmente su una fotocamera della serie A6000 in stile telemetro, solo leggermente più grande e incredibilmente con un sensore full frame al centro piuttosto che un più piccolo APS-C.

Sorprendentemente, a 509 g la Sony A7C pesa solo 6 g / 1% in più rispetto alla A6600 e ben 141 g / 22% in meno rispetto alla A7 III (senza obiettivo, batteria e scheda di memoria montati). L’EVF sull’A7C è posizionato nell’angolo sinistro e ha un’interfaccia più semplificata con meno controlli. Ciò significa che la maneggevolezza è notevolmente diversa da A7 III, e non in modo particolarmente buono. L’Alpha 7C ha un selettore di controllo posteriore, ma nessun selettore di controllo anteriore posizionato nella parte superiore dell’impugnatura vicino al pulsante di scatto come sulla A7 III, che consentirebbe la regolazione simultanea del pollice e dell’indice delle impostazioni di esposizione. La A7C ha anche un solo pulsante personalizzato, contro i quattro della A7 III, il che rende più difficile impostare la fotocamera secondo il tuo modo di lavorare. Non c’è spazio anche per un pulsante di blocco dell’esposizione automatica (AEL), un’omissione piuttosto fastidiosa, così come la mancanza di un joystick AF, con la fotocamera che invece fa affidamento principalmente sulla sua interfaccia touchscreen per l’impostazione del punto AF.

Mirino

L’A7C ha un mirino elettronico XGA OLED da 2,36 milioni di punti simile a quello utilizzato sia dall’A6600 che dalla A7 III.

Presenta una copertura della scena del 100% e a 120 fps per aiutare a seguire i soggetti in movimento in modo più fluido, praticamente senza ritardi. Fondamentalmente, però, è molto più piccolo, misura 0,39 “e offre un ingrandimento inferiore di 0,59x, rispetto a 0,78x sull’A7III. Questo è un EVF abbastanza buono, ma certamente non leader della categoria, che non corrisponde del tutto ai mirini della A6600 e A7 III o a quelli dei suoi recenti rivali.

LCD Screen

Sony A7C vs A7III monitor

L’Alpha 7C ha esattamente lo stesso monitor LCD widescreen da 3 pollici con rapporto 3: 2 dell’A6600 e A7 III, che mantiene piuttosto deludentemente la stessa risoluzione di 921k. Ci saremmo aspettati di vedere uno schermo più grande e con una risoluzione più alta, forse anche 16: 9 anziché 3: 2, su una nuova fotocamera rilasciata nel 2020. C’è però un cambiamento importante, che è molto gradito. Lo schermo dell’A7C ha un design ad angolazione variabile completamente articolato che è stato ereditato direttamente dall’A7S III recentemente rilasciata, che è un grande miglioramento rispetto al design ribaltabile a 180 gradi dell’A6600.

Batteria

La Sony A7C utilizza esattamente la stessa batteria NP-FZ100 dei modelli A7 III e A6600. Offre una durata della batteria nominale CIPA di 740 scatti quando si utilizza lo schermo LCD e 680 quando si utilizza il mirino, che è in qualche modo leggermente più lunga della durata di 710 scatti dell’A7 III (per lo schermo LCD). Entrambe le fotocamere possono anche essere alimentate e caricate tramite una connessione USB-C, utile se sei in giro e hai un powerbank compatibile a cui collegare la fotocamera.

Conclusione

La scelta tra la nuova Sony A7C e la A7 III dipende in gran parte dalle dimensioni e dalla maneggevolezza, piuttosto che dalla qualità dell’immagine, dalle prestazioni, dalle specifiche chiave o persino dal prezzo. L’Alpha 7C è innegabilmente più piccola e leggera dell’A7III ma la sua gestione è molto meno intuitiva. Quale di questi fattori è più importante dipende ovviamente dai propri bisogni: preferisci una fotocamera più piccola, meno complessa o una più grande e più personalizzabile?

Puoi acquistare la nuova A7C qui.

Tags: